Skip to content

Racconti in due frasi

agosto 25, 2012

Prose di due frasi, in ordine pressapoco sparso. E’ un esperimento, per capire se è possibile farlo, spingendo le frasi fino ai loro limiti, e se ha senso. Ma siccome non lo capisco, spero che lo capirete voi lettori, se esistete. Se invece non esistete, fate un po’ come vi pare. Io, dal canto stonato mio, vorrei augurarvi buona lettura; ma ho il dubbio che ciò significhi augurarvi di lasciare questo blog e mettervi a leggere qualcosa di meglio. Quindi, per prudenza, non lo farò.

1.
Mi guardava in silenzio. Non poteva piangere, così sorrise.

2.
Oggi sono un semplice turista pieno di amici e di buona volontà, mentre un ragazzo dalla voce chiara, le maniche tirate su, la testa pelata e il sorriso facile mi fa da Cicerone fra i cubicoli bianchi di un ufficio senza porte né segreti. Da domani e per molti anni sarò qui, seduto fra la mia angoscia e il desiderio inconfessato di fare qualsiasi cosa che non implichi l’essere qui.

3.
Quando il papà terminò di leggere la favola, il piccolo era ancora sveglio. Così gli racconto qualche bugia.

4.
Suo marito era schizofrenico e narcisista. Lo capì quando lo vide chiedersi allo specchio: «Voglio più bene a me o a me?».

5.
Davanti a un tramonto che dipingeva il mare di malinconia, egli le disse che ormai lo aveva capito, il loro destino era stare insieme finché entrambi avrebbero vissuto. Lei lo buttò giù dalla scogliera: sarebbe stato meglio per lui evitare il complemento di tempo, in quel frangente.

6.
Io guardavo quel vecchio filmino pornografico, mentre lei si spoglio lentamente esibendo davanti a me i suoi seni prosperosi, così le dissi: «Dai, spostati, voglio vedere come va a finire!». Per qualche motivo, non la vidi mai più.

7.
Era una notte buia e tempestosa. Ma poi venne l’alba.

8.
L’assassino entrò nella stanza e ci ammazzò tutti con un mitra. Ma a quel punto ci svegliammo e capimmo che era solo un sogno.

9.
C’era una volta una bambina che indossava spesso un cappuccio rosso. Per dirla tutta, io credo che nel corso della storia siano esistiti milioni di bambine che indossavano un cappuccio rosso, ma se scrivo che ce n’era una sono sicuro di non sbagliare.

10.
Il quattordici luglio i borghesi distribuirono una pastiglia stupefacente ai proletari, per convincerli a prendere la Bastiglia. E quelli, stupefatti, senza nemmeno accorgersene montarono registratori di cassa e ghigliottine che sarebbero stati usati per mantenerli morti.

11.
Per non vergognarsi di ciò che le avevo fatto, lo dimenticò. Così dovette smettere di odiarmi.

12.
Gli scogli sembrano eterni a chi, come noi, vive poco più di un secondo. Se vivessimo quanto una quercia, li vedremmo corrodersi e rimpicciolire e sgretolarsi sotto la forza paziente del mare.

13. (Dedicato al personaggio lovecraftiano Abdul Alhazred, il folle autore del Necronomicon, il cui cognome si pronuncia «All Has Read»)
Abdul lesse tutto, e man mano che leggeva le immagini di universi terribili che non poteva comprendere affollarono la sua mente, divorarono la sua ragione, lo gettarono nella disperazione solitaria di chi non può più parlare dei propri pensieri e sperare d’essere capito. Dicono sia stato divorato da qualcosa che l’uomo non è in grado di vedere, ma il suo corpo giace ora sul pianeta abbandonato di Yuggoth, sotto una pesante lapide nera con infiniti lati.

14.
Vide il suo assassino estrarre la pinza a pappagallo dalla sua bocca, e nella sua morsa c’era la lingua che pioveva sangue. Mentre la vista svaniva, le sue ultime parole furono:

Annunci
Lascia un commento

Sì, puoi scrivere un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: