Skip to content

Qualche altro haiku

ottobre 25, 2012

Dopo gli haiku che ho già pubblicato, ne pubblico qualcun altro. Mi spiace, ma anche questa volta non parlano di petali rosa che scorrono sui ruscelli verso il tramonto, ma di cose che – secondo i poeti – non sono poetiche.

__

La scogliera fracassa le onde
in mille atomi di sale –
la mia barba si bagna.

Radici spaccano il cemento
l’erba dai bordi irrompe
sull’asfalto.

Tra ciminiere e bancali impilati
rutta pigro un camion
e altri corrono in fila.

Stretti fra muri antichi
si ciondola piano
mentre il vento s’affanna.

Lana su una panchina respira
cammina una pelliccia
una serranda ringhia all’alba.

Il lucchetto – TAC! – cede
stelle di polvere dai vetri rotti
a coprir pochi mobili rotti e vecchi.

Annunci

From → Haiku, Poesie

Lascia un commento

Sì, puoi scrivere un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: